Eolico, intesa uil-anev; oggi luce dal vento per 7

Roma, 16 Febbraio 2010 - Diffusione di una cultura dell' eolico, garanzie occupazionali e processi di riqualificazione professionale. Sono questi, in sintesi, i principali obiettivi contenti nel rinnovo del protocollo d'intesa tra Uil e Anev (Associazione nazionale energia del vento), sottoscritto oggi a Roma, per sostenere l'energia eolica e la produzione di energia rinnovabile. Come hanno ricordato Uil e Anev, l'Italia ha avuto nel solo 2009 un eolico da ''record per potenza installata con 1.114 MW (Megawatt) nell'anno'', con in totale una potenza installata di 4.850 MW e una produzione di 6,7 TWh (terawattora) di energia elettrica pari al consumo domestico di 7 milioni di italiani e al 2,1% del consumo interno lordo. E, con una crescita annua di oltre il 30%, nonostante la crisi economica l'Italia rimane al terzo posto in Europa e al sesto nel mondo. Un anno che, dicono Uil e Anev, ci ha ''riallineato agli altri Paesi Ue e avvicinato agli obiettivi di Kyoto'' che potrebbero ''essere raggiunti'': anche grazie a un taglio netto alle emissioni di CO2 con 4,7 milioni di tonnellate di CO2 in meno. Per il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, ''l' energia e' un tema centrale nel nostro sistema economico e una tecnologia cosi' flessibile, come quella dell'eolico, si adatta bene al nostro Paese. Per questo, il protocollo siglato con l' Anev - continua Angeletti - e' una cosa modesta ma sulla strada giusta''. Per il segretario generale dell'Anev, Simone Togni, ''oggi ci troviamo a dover riqualificare le professionalita''', mentre per il segretario confederale della Uil, Paolo Carcassi, e' importante ''sviluppare le potenzialita' del Paese''. Con il protocollo ci si impegna, cosi', a portare avanti iniziative ''per obiettivi di sviluppo, occupazione e sicurezza energetica per l'Italia''. Insieme, Uil e Anev, si propongono anche di ''individuare e sostenere l'adozione di processi autorizzativi virtuosi'' grazie ai quali si potrebbe ''sfruttare il reale potenziale eolico nazionale stimato in oltre 16.000 Mw'' installabile entro il 2020. (ANSA).

 
 
Eolico, l’alternativa green al nucleare brasiliano
Il Brasile ridimensiona i piani energetici rinunciando al nucleare e...
 
Italia: primato per le rinnovabili, coprono il 30%
In Italia le fonti rinnovabili sono arrivate a coprire il 30 per cento del...
 
L’eolico mondiale quadruplicherà entro il 2030
Boom di istallazioni future per il settore eolico globale. Come rivelato da...