Svezia: 2.000 pale eoliche entro il 2020

La Svezia ha in programma di installare 2.000 nuovi aerogeneratori entro il 2020. Lo ha annunciato il ministro dell’Energia, Maud Olofsson, precisando che notevoli investimenti sono previsti anche per impianti a biomassa, di cogenerazione e idroelettrici. L’obiettivo è di espandere la generazione da rinnovabili di circa 25 TWh, pari a circa il 17% dell’attuale domanda elettrica svedese, oggi coperta per il 45% da centrali idroelettriche, 44% da nucleare e il rimanente 11% da impianti termoelettrici, di cui una buona parte a biomassa. Come primo atto il Governo svedese nei giorni scorsi ha approvato il progetto eolico di Markbygden, nella contea di Norrbotten, a ovest della città di Piteea, nell’estremo nord del Paese.
Con un investimento previsto è di poco superiore a 5 miliardi di euro, la centrale richiederà da 12 a 15 anni per essere completata, dopo di che sarà la maggiore centrale eolica europea, con 1.100 aerogeneratori, in grado di produrre da 10 a 12 TWh elettrici l’anno. La centrale si estenderà su un’area di 450 kmq, benché il terreno effettivamente occupato da aerogeneratori e servizi ausiliari sarà di poco superiore a 15 km quadrati.
(Fonte: EGP)

 
 
Eolico, l’alternativa green al nucleare brasiliano
Il Brasile ridimensiona i piani energetici rinunciando al nucleare e...
 
Italia: primato per le rinnovabili, coprono il 30%
In Italia le fonti rinnovabili sono arrivate a coprire il 30 per cento del...
 
L’eolico mondiale quadruplicherà entro il 2030
Boom di istallazioni future per il settore eolico globale. Come rivelato da...